Salta al contenuto

Bacco

Dettagli

Bartolomeo Guidobono (Savona 1657 – Torino 1709)
Bacco (immagine)
Cerere

olio su tela, primi anni novanta del XVII secolo
Camera da Letto del Re

I due dipinti appartennero già alla collezione dei Durazzo per i quali Bartolomeo Guidobono, secondo le antiche cronache, realizzò diverse opere sia per le dimore di città, sia per quelle di campagna. Dello stesso autore, in effetti, il palazzo di via Balbi conserva anche un Apollo pastore e una Diana ed Endimione. Bacco e Cerere alludono all’autunno e all’estate e probabilmente fecero parte in origine di un gruppo di quattro tele dedicate alle stagioni. L’artista sembra voler coinvolgere lo spettatore nella dinamica misteriosa delle due composizioni con un gioco studiato di gesti, sguardi e sorrisi invitanti. Le tele sono caratterizzate dalla morbidezza degli impasti, dalla luce che coglie le figure da un fondo indefinito e dall’armonia dei colori, tutti elementi che ben rappresentano la sigla stilistica del pittore savonese.

  • Bartolomeo Guidobono
  • olio su tela, primi anni novanta del XVII secolo
  • olio su tela
  • Camera da Letto del Re