Salta al contenuto

Ragazzo che accende una candela

Dettagli

Leandro da Ponte, detto Bassano (Bassano del Grappa, Vicenza, 1557 – Venezia 1622)
Ragazzo che accende una candela
olio su tela,1570-1575
Salotto del Tempo

Quest’opera straordinaria coglie un giovinetto nell’atto di soffiare sopra un tizzone ardente, mentre tenta di accendere una candela. L’azione si svolge in uno spazio buio, indefinito. La luce della brace, resa più violenta dal contrasto con l’oscurità che avvolge il protagonista, colpisce il volto del ragazzo illuminandolo dal basso. Il quadro, che in passato era stato ritenuto una copia o una replica di bottega del famoso dipinto di Domenikos Theotokopoulos, detto El Greco, conservato oggi presso il Museo Nazionale di Capodimonte a Napoli, in realtà, a un confronto diretto, si è rivelato opera autonoma. La pennellata nervosa e mossa, increspata nelle luci soprattutto nel grande colletto aperto, ma poi diluita e sottile nell’incarnato, rimanda all’ambito dei Bassano e in particolare alla mano di Leandro, come suggerito anche dalla storiografia locale sin dal Settecento.

  • Leandro da Ponte, detto Bassano
  • olio su tela, 1570-1575
  • olio su tela
  • Salotto del Tempo